Home Tematica Sculacci il culetto mi masturbo e voglio farti sentire

Le maialine castigate

Sculacci il culetto mi 43743

Penso al tuo cazzo e penso a quanto mi piacerebbe fare sesso con te in quel momento e non voglio aspettare. Comincio a prepararti la cena e sento suonare alla porta; corroapro, vedo te e mi viene voglia di saltarti addosso per quanto mi sei mancato. Ti bacio con passione e ammetto a me stessa che mi sono mancate anche quelle labbra che ho solo potuto sognare nella settimana in cui tu non ci sei stato. Scendo, ti porto la cena e ceniamo.

Certamente la voglia è troppa e non vedo l'ora di rifarlo! Quindi, gli ho chiesto di organizzarmi qualcosa di speciale, di divertente! Stasera andiamo a casa di G. Ci saranno tantissime persone che non conosco ancora, sono tutti amici loro. Non di più. Se indovinerai chi è, verrà a casa con noi. Altrimenti ci riproverai settimana prossima. Questa storia mi terrà eccitata tutta la sera.

Mi trovavo nella parte di sopra di un letto a castello. Davide stava in un letto singolo vicino alla finestra opposta a me. Mia fonte era nella stanza vicina. Si tira giù i pantaloni mostrando il chiappe e ride. Poi mi ha chiamato di fargli vedere il mio chiappe, ho riso e detto di no. Quindi si avvicina e in atteggiamento aggressivo tira via le coperte. Individualitа avevo addosso solo le mutande e una maglietta. Ricordo che lui diceva delle cose che non capivo, stava diventando agitato e di cattivo carattere. Poi mi ha chiesto se avevo mio ciclo ma io non ho risposto.