Home Tematica Libero sesso stimolazione di tutte le zone erogene

Zone erogene femminili: i punti nascosti del piacere

Libero sesso stimolazione 46774

Pinterest Per molte donne e anche molti uominii capezzoli sono zone erogene. Questo perché la sensazione di piacere provata dai capezzoli arriva nella stessa parte del cervello dove terminano le sensazioni che arrivano dalla vagina, dal clitoride e dalla cervice. Lo studio che lo dimostra risale al ed è stato pubblicato sul Journal of Sexual Medicine e ha mappato i genitali femminili sulla porzione sensoriale del cervello. Utilizzando la risonanza magnetica funzionale fMRIi ricercatori hanno notato quali aree del cervello si attivavano quando le donne toccavano varie parti del loro corpo. Le aree cerebrali di rilevamento genitale nelle donne corrispondono all'incirca alle stesse aree negli uomini, ma la scoperta del capezzolo è stata una sorpresa. Per il loro studio, i ricercatori, guidati da Barry Komisaruk, psicologo presso la Rutgers University, hanno reclutato 11 donne sane e non gravide di età compresa tra i 23 e i 56 anni. All'interno dello scanner cerebrale, ogni donna ha stimolato il suo clitoride, la vagina, la cervice e il capezzolo picchiettando ritmicamente con un dito o, nel caso della vagina e cervice, usando un dildo di plastica. Ebbene, i ricercatori hanno scoperto che la stimolazione del capezzolo si è manifestata nell'area del cervello che riceve le sensazioni toraciche, ma è comparsa anche accanto alle sensazioni genitali nel lobulo paracentrale mediale, che si trova nella parte superiore del cranio, nella fessura tra le due metà del cervello. Sebbene i capezzoli non siano neanche lontanamente vicini ai genitali, toccarli illumina la stessa parte di cervello, che si accende se a essere toccati sono i genitali.

Inconfutabile, non tutti sono disposti a allontanarsi stimolare in questo modo, ma domandare non costa nulla e i risultati possono essere davvero straordinari. Il bucato L: dov'è questa zona erogena dell'uomo e come stimolarla Si definisce bucato L nell'uomo la parte esterna del muscolo pubo-cuccigeo, che è possibile eccitare sia internamente che esternamente. Nel erotismo orale, basta succhiare il pene nella punta, l'orifizio dell'uretra, in modo da creare un effetto di aspirazione. Nella masturbazione, invece, sarà necessario aggiungere al normale movimento di mano, la insistenza del pollice sul punto L. Il vostro partner sentirà la differenza!

Le vere zone erogene di una femmina e come toccarle Le zone erogene non sono solo quelle alle quali comunemente si pensa, esistono zone del corpo spesso inesplorate ma in fase di scatenare vere cascate di capriccio Le vere zone erogene di una donna e come toccarle Non conosci le zone erogene di una femmina o non sai come toccarle? Non preoccuparti, te lo diciamo noi. Iniziamo subito: quante sono le zone erogene femminili? Sette, parola di Monica Geller di Friends.

Oltre alle zone erogene primarie, ci sono altre parti del corpo che stimolano il piacere maschile e femminile e favoriscono l'orgasmo: ecco quali sono. La scoperta del piacere è un cammino che potenzialmente potrebbe non finire giammai in quanto le zone erogene femminili e maschili sono molte di più rispetto a quelle alle quali si pensa di solito, ovvero i genitali. I nostri corpi sono una fontana inesauribile di godimento in quanto le terminazioni nervose da stimolare per accendere il desiderio sono numerosissime. Ci sono altre parti del corpo che in genere si tende a sottovalutare quando si pensa alle zone erogene maschili e femminili che possono invece concedere tanto dal punto di vista della soddisfazione sessuale. I capezzoli I capezzoli sono una parte del corpo particolarmente sensibile. Sono dunque due parti del corpo connesse neurologicamente. Le orecchie Per provocare bollore nei corpi di uomini e donne partendo da questa area erogena, basta comprimere con pollice e indice il punto in cui il lobo si connette al tessuto del viso e tirare verso il brevilineo. Nel caso degli uomini, stuzzicare questa zona erogena aumenta la tensione sessuale e, di conseguenza, il piacere autentico e proprio. Inoltre, il naso è costituito da tessuto erettile che, se stimolato, aumenta il flusso sanguigno… e il piacere.