Home Scelta Finale pazzesco vero peccato

GT Sport finale europea di Madrid: Mangano pazzesco ma non basta

Finale pazzesco vero 44956

Basket, Supercoppa: Avellino piega Reggio, pazzesco Ragland sulla sirena. Una bella rivincita per i campani di Sacripanti, sconfitti alla 'bella' nell'ultima semifinale playoff, ma in questo caso capaci di estromettere i ragazzi di coach Menetti, campioni uscenti del torneo. Basterà ai campani per un'altra 'vendetta sportiva', nel remake della finale di Coppa Italia della scorsa stagione, disputata a febbraio? Dopo esser sopravvissuto ad un primo tempo balisticamente spettacolare della Vanoli Elston Turner e Gabe York soprattutto che vale 52 punti, il quintetto di Repesa aumenta la pressione in difesa e prende il largo nel terzo quarto con un devastante parziale diquando gli avversari sono tenuti a nove punti, vedendo crollare le loro percentuali di fronte alla maggior aggressività difensiva dei biancorossi, poi fluidi nella esecuzione offensiva tiri liberi a parte, c'era stata anche nel primo tempo. Milano ha giocato spesso con quintetti piccoli e con due playmaker in campo, ha trovato il tiro da tre di Kruno Simon, la grande esplosività di Rakim Sanders e l'astuzia di Zoran Dragic. Dovremo essere seri e concentrati dal primo minuto per vincere, il giudizio dell'allenatore dell'EA7, che ammette che la nostra difesa nel primo tempo è stata un mezzo disastro, mentre è molto soddisfatto dell'attacco, molto fluido e con poche sbavature. A fare un pronostico super partes ci pensa Cesare Pancotto, 33 anni di esperienza e coach di Cremona: L'ago della bilancia è leggermente spostato verso Milano: gioca in casa e ha un roster lungo per sopportare le due partite ravvicinate. Ma le finali fanno sempre storia a sé. Non possiamo pensare di giocare una partita in trasferta ai punti, ma siamo sulla buona strada.

Le ultime tre, prima del finale Adesso oggi, ai protagonisti di quella carriera vengono gli occhi lucidi. Soprattutto, ameno da vedere. Al Bernabeu, i rojiblancos portarono a casa uno decisamente affabile. Se non lo sapete, recuperate presto: uscire tra gli applausi dal basilica di Bilbao, se non si è baschi, è dato soltanto ai veri eroi.

Commenti La finale europea del primo World Tour di GT Sport si è tenuta a Madrid e ha autenticazione il trionfo di Mikail Hizal, il pilota virtuale tedesco ha infatti comandato i tre round della competizione. Altro posto a pari merito per Adam Suswillo e Giorgio Mangano, quest'ultimo relegato al terzo gradino del podio per il miglior piazzamento ottenuto dal inglese nell'ultima gara. Hizal fa tripletta Il pilota virtuale tedesco vola in competizione uno a bordo della McLaren F1 stradale, nessuna chance per gli avversari di contrastare il suo ritmo e la sua leadership durante tutta la gara. Hizal non commette sbavature e, grazie ad una guida sopraffina e pulita, al traguardo rifila ben 11 secondi al secondo classificato, Giorgio Mangano. Completato il cambio gomme i coppia sono vicinissimi ma è lo zampino di Lenoir su Alfa Romeo 4C a fare la differenza: il autista francese sbaglia strategia, Hizal lo supera facilmente mentre Mangano non trova il varco giusto. A fine gara quel piccolo gap permette al tedesco di vincere con pochissimo margine sull'italiano. Conclusivo round a bordo delle Red Bull X nel nuovo circuito di Catalunya dove, lo spagnolo Lopez, regala una bellissima battaglia con il campione germanico. Davvero memorabile la rimonta durante la prima gara con la BMW M4: compie un errore nelle fase introduttivo ma non perde la concentrazione benché il ritorno in pista in ultima posizione. Lavora di linee, guida al limite e recupera il gruppone da cui esce vincitore conquistando la seconda piazza sul podio dopo una confusione che ricorda molto quelle della MotoGP.

Vi lascio insieme i miei più sinceri saluti e un in fauci al lupo per il vostro attivitа. Ester il 29 alle Siete simpatici e ci insegnate tante cose insieme educazione ed derisione FabiolaPaolo il 30 alle Ringraziamenti Ester, i tuoi commenti ci fanno enormemente piacere. Ciao, da Fabiola e Paolo. Guglielmo, 1 Rispondi cossora Parole sante. Mi ripeto allo sfinimento: non tutti giochiamo nello identico campionato. Se appresso veniamo espulsi dalla sua orbita oppure rimaniamo sulla sua afrore non lo sapremo giammai se non ci proviamo. Non ho la minima disegno di attivitа attivitа di distacco, invece, ho adatto aviditа di uscire, assistere amici e addirittura apprendere persone nuove.

Nel adatto blog, www. Ah affinché bella adempimento individuo donna. Silvia Gorgi. Appresso mi alzo e mi stendo sui braccioli della carica, capo all'indietro e cosce aperte. In inferiore di un altro mi adunanza Nino su di me affinché mi granata le tette, il bidello Vittorio affinché mi sfonda la fauci e Ciro, il mio Bagascia affinché mi sfonda la figa a collera di leccare. Mi spreme la edicola contro il clitoride e mi chiama, mi iniziano a chiamare tutti e tre, mi chiamano baldracca, finché godono. Urlano il mio denominazione, lo urlano e mi insultano, mi chiamano in tutti i modi e mi coprono di insulti.